“indennizzo da quarantena per tutti i lavoratori italiani” 9000 euro a fondo perduto

CONDIVIDI SU:

Questa proposta è stata avanzata nell’ormai famoso gruppo Facebook fondato da giovani imprenditori italiani.

Si domanda al governo di dare ad ogni lavoratore che non riceva già altri indennizzi, un bonus di 50€ al giorno per 180 giorni ovvero 9000 euro.

La proposta sembra plausibile e servirebbe a coprire le spese per tutte quelle categorie non protette da cassa integrazione o altre fonti di sostentamento.

Una sorta di reddito da quarantena per esempio per tutte le partite iva italiane che al momento sono la categoria più colpita.

Questo è il testo di presentazione del gruppo

Finalmente abbiamo le idee chiare, oltre a bloccare tutto quello che ci chiedono di pagare nonostante l’epidemia, tasse, mutui, rate, finanziamenti, bollette, affitti, chiediamo che questa volta il governo italiano si faccia carico di dare un contributo, una tantum, ad ogni lavoratore colpito da questa pandemia che si è visto bloccare il lavoro e le fonti si sostentamento primario, senza entrate non possiamo pagare le spese.
Noi da bravi cittadini siamo i primi a rimanere volontariamente in quarantena, per tutto il tempo che dovesse essere necessario per salvare più vite possibili.
Però chiediamo al governo atti materiali, cioè di mettere una mano sul cuore sì, ma l’altra sul portafoglio.
Il governo ci deve tranquillizzare stanziando una diaria da quarantena, che vada a tutti i lavoratori italiani che non hanno più le entrate abituali.
Parliamo di un contributo economico certo ed immediato che permetta a tutti di far fronte alle spese per cibo, acqua e beni essenziali.
Non tutti infatti hanno risparmi tali da poter far fronte a questa emergenza.
Pertanto chiediamo a te e a tutti quelli che leggeranno questo post di iscriversi al gruppo

ISCRIVITI: STOP tasse, mutui e bollette

di partecipare con noi a questa lotta di classe, per pretendere dal nostro governo quello che è moralmente giusto che faccia.
Ci servono i soldi per andare a fare la spesa.
Noi stiamo a casa per senso civico e per rispetto di chi soffre, per rispetto dei medici e dei sanitari coinvolti ai quali va il nostro plauso e il nostro saluto di stima.
Ora chiediamo al governo un contributo economico immediato altrimenti questi bei propositi potrebbero non durare il tempo necessario per sistemare la questione.
Sono infatti sempre di più le persone che stanno esaurendo la pazienza e i risparmi.
Vogliamo quindi garanzie economiche e blocco totale di tutte le uscite, tasse, mutui, rate, finanziamenti, bollette, affitti.
————————————-€€€———
Chiediamo al governo una DIARIA DA QUARANTENA!
————————————-€€€———
Se anche tu la pensi così partecipa, iscriviti e commenta questo e i post nel gruppo:

ISCRIVITI: STOP tasse, mutui e bollette

Invitiamo tutti i lettori di questo articolo a fare un giro nel gruppo per dire la propria opinione e per dare suggerimenti, grazie.


CONDIVIDI SU: