Il blogger che denunciò la capotreno si rivolge agli italiani e a Matteo Salvini

Condividi su Facebook

Non si arrestano le polemiche dopo la vicenda dell’annuncio razzista sul treno Milano-Cremona-Mantova in cui era stato diffuso dall’altoparlante il messaggio in cui si invitavano: “I passeggeri a non dare monete ai molestatori. E nemmeno agli zingari, scendete alla prossima fermata, perché avete rotto i c…”.

Da giorni ormai il ricercatore che aveva denunciato l’accaduto è vittima di una campagna d’odio su internet, quasi 5000 i commenti e i messaggi in cui è stato riempito di insulti e minacce di tutti i tipi, dopo che il ministro dell’Interno Matteo Salvini su Twitter si era dichiarato contrario al licenziamento della dipendente. “La Lega Nord e Matteo Salvini sono responsabili morali e politici di questo clima d’odio che è alla base del messaggio razzista e delle minacce che mi vengono rivolte” – ha dichiarato Raffaele Ariano, il ricercatore di filosofia che ha deciso di non rimanere indifferente all’ennesimo atto discriminatorio accaduto in questi giorni.

Condividi su Facebook